Crea sito

Motoi Yamamoto and his Saltscapes

di Cristina Solano

Detail of "saltescape" by Motoi Yamamot, www.collater.

“Forest of Beyond”, detail,
www.collater.

Labirinti senza fine, lune che si sgretolano, mari che schiumano e si infrangono, scale che si consumano e crollano con il passare del tempo, questi sono alcuni dei soggetti che Motoi Yamamoto propone con le sue grosse installazioni di sale.
Una natura metafisica ritratta da uno degli elementi più necessari della vita qutidiana, il sale, che è inoltre uno dei simboli tradizionali più importanti usati dalla cultura giapponese.

Neverending labyrinths, moons crumbling, seas foaming and infranging, stairs consumed and that collaps with the flow of time, these are some of sobjects which Motoi Yamamoto proposes with his huge installation of salt.
A methaphysical nature portrayed by one of the most necessary elements of daily life, the salt, that is also one of the most important traditional symbols used by japanese culture.

 

Saltscapes, www.demilked.com

“Labyrinth Salt”,
www.demilked.com

Il sale è simbolo di protezione, spesso viene posto in piccoli mucchietti davanti alle entrate dei ristoranti o di altri luoghi così che possa scacciare gli spiriti maligni e attirare quelli benevoli. E’usato nei riti funebri come elemento purificatore e dai lottatori di sumo come portafortuna prima degli incontri di lotta.

Per Motoi il sale è il tramite con cui preservare la memoria di sua sorella, morta molto giovane a causa di un cancro al cervello.

Salt is symbol of protection, often it is put, as little piles, in front of entrances of restaurants or other places, because so it can drive out evil spirits and attract benevolent spirits. It is used in funeral rites as purifying element and by sumo wrestler as lucky charm before wrestling matches.
For Motoi salt is the medium whereby to preserve the memory of his sister, because she died very young of brain cancer.

"Floating Garden", detail (making of), www.yatzer.com

“Floating Garden”, detail (making of),
www.yatzer.com

Per creare le sue intricate e complesse opere di sale l’artista deve stare pazientemente chinato per ore tenendo una bottiglia piena di sale che muove, mantenendo un certo ritmo, contemporaneamente con se stesso. Il lavoro che segue delle generali linee guida, prosegue improvvisando con errori e imperfezioni. Creando piccole cellule che rappresentano pezzi di memoria e frammenti di tempo, trasformando la sua opera anche in performance.

To create his intricate and complex saltworks the artist must be patiently bowed for howers, holding a buttle full of salt that he moves, maintaining the same rhythm, together with his body. The work follows general guidelines and continues with improvisations, mistakes and imperfections. He creats tiny cells that represent pieces of memory and fragments of time, and so his work becomes also performance.

"Floating Garden", www.yatzer.com

“Floating Garden”,
www.yatzer.com

Anche la fine deill’esposizione dei grandi paesaggi di sale diventa un’azione performativa che coinvolge il pubblico stesso. Esso è chiamato a distruggere le opere e ad aiutare a recuperare il sale che verrà restituito al mare, simbolo del ciclo continuo della vita e della natura.

Also the end of huge saltscapes becomes performance and involves the same audience. It is called to destroy the installations and to help to recover salt that will be returned to sea, symbol of continious cycle of life and nature.

"UTSUSEMI", www.itsnicethat.com

“UTSUSEMI”,
www.itsnicethat.com