Crea sito

Tokujin Yoshioka x LG – Milano Design WeeK 2017

di Cristina Solano

foto di Cristina Solano

yoshioka2

Tokujin Yoshioka è un designer giapponese di fama mondiale le cui opere si fondono con l’arte e il cui stile essenziale ma decisamente visionario lo ha portato all’esplorazione di spazi futuristici e inesplorati, dove le percezioni dei sensi è portata all’estremo.
Quest’anno il grande designer/artista ha partecipato al Fuorisalone del Milano Design Week 2017 in collaborazione con LG, presentando una spettacolare installazione inspirata ai fenomeni della rifrazione della luce e a ipotetici ambienti fantascientifici.

yoshioka5

L’installazione è composta da due progetti differenti che si amalgano in un’unica situazione visivamente avvolgente e disorientante. Di primo acchito quando lo spettatore entra all’interno del padiglione ospitante dell’opera si ritrova immerso in una mormida nebbia luminosa, che crea impedimento alla sua vista di decifrare immediatamente gli oggetti che si trovano intorno a lui. Quando il primo disorientamento svanisce, lo spettatore si ritrova ad essere abbagliato da un grosso muro luminoso, che si erge in fondo alla stanza, diffondendo un’intensa luce alla quale però l’occhio si abitua quasi subito senza trovarla eccessivamente fastidiosa.
Osservando meglio l’ambiente si notano degli schermi, posizionati a griglia, che proiettano una sequanza casuale della variazione dei colori presenti nella rifrazione della luce. L’alternanza dei colori unita al mutamento dell’intensità della luce prodotta dal muro e all’ovattamento dell’atmosfera causata dalla nebbia artificiale creano un ambiente percettivo totalmente estraniante e proiettato verso una leggerezza onirica.

yoshioka1

“Wall of the Sun” è il nome del grande muro di luce composto da circa 3000 luci OLED (Organic-Light-Emitting Diode)a forma di piccoli quadratini con misura di 50×50 mm e uno spessore davvero molto sottile. E’stata proprio la ricerca nel campo della luce di LG a introdurre questa innovazione luminosa, rendendo gli OLED elementi decisamente efficaci per l’emissione di una luce particolarmente naturale e riconoscibile dal nostro occhio quasi come quella solare che si diffonde nell’ambente. Gli OLED si possono definire dispositivi elettro-luminescenti organici, formati da molecole basate sul carbonio (materiali attivi), che se attraversati da corrente elettrica generano luce.
E’ stata proprio la caratteristica degli OLED di emettere tale illuminazione naturale che ha permesso a Tokujin Yoshioka di creare “Wall of the Sun” in quanto le luci sistemate nel grande muro si comportano come accade durante le esplosioni solari; quel fenomeno causato dall’energia magnetica che si accumola nell’atmosfera del sole e che viene poi improvisamente rilasciata producendo una luce più intensa.

yoshioka3

La seconda parte della grande installazione di Tokujin Yoshioka presenta un’altra innovazione tecnologica di LG il digital signage OLED, cioè un nuovo tipo di schermo digitale che proietta le immagini da entrambi i lati, con uno spessore di 15 mm e con la caratteristica di avere aggiunto un pixel di colore Bianco ai tradizionali rosso, verde e blu. E’ risaputo che il colore delle immagini viene dato dagli schermi da una miscela dei tre colori primari in pixel; in questo caso viene aggiunto un pixel bianco che va ad aumentare la luminosità degli altri permettendo una resa della visione più precisa e intensa. Dunque la possibilità che questi schermi hanno di trasmettere uno spettro della luce in maniera arricchita e con un’elevata fedeltà ha reso possibile all’artista/designer di creare una serie di sedie futuristiche che appaiono come piccoli globi di luce viva.
Tokujin Yoshioka sceglie di dare agli schermi la forma della sedia in quanto essa ormai è considerata un icona sia nel campo del design che anche in quello dell’arte. La sedia è un simbolo dell’uomo e come tale assume diversi ruoli nell’immaginario e nel corso dell’esistenza umana.

yoshioka4

La grande installazione capita anche in occasione del 70° anniversario di LG, che da sempre porta avanti le sue ricerche tecnoligiche concentrandosi sull’esperienza personale dell’utente e con l’aiuto della sensibilità di Tokujin Yoshioka ha potuto progettare uno spazio che rendesse la luce poetica e che riaccendesse la nostalgia delle persone per un futuro ottimistico.

Tokujin Yoshioka | www.tokujin.com

LG Life’s Good |www.lg.com/it